Lago di Garda termale: il parco di Villa dei Cedri

Rigenerersi alle terme del Parco di Villa Cedri sul GardaIl turismo non subisce alcuna inflessione sul lago di Garda, nonostante l’arresto che ha registrato in varie zone d’Italia. Sono soprattutto gli stranieri, in numero nettamente superiore agli italiani, ad aver trascorso le vacanze estive sul lago lombardo-veneto. Natura, gite in barca, favolosi paesaggi che ne fanno la località principe per trascorrere una vacanza all’insegna del relax, magari dedicandosi alla cura del proprio corpo nei suoi rinomati centri termali.

Un parco esotico sulle rive del Garda

Le strutture ricettive vogliono puntare sempre di più sul relax, le spa e i centri termali: sempre più spesso gli alberghi di lusso offrono la possibilità di usufruire di centri benessere interni, senza che gli ospiti si debbano recare alle famose terme di Sirmione, così che possa rilassarsi anche chi ha poco tempo perché si trova sul lago di Garda per ragioni di lavoro o meeting aziendali.
Una località perfetta per ricaricare le energie ma un po’ meno conosciuta delle terme di Sirmione è il parco di villa dei Cedri, che si trova a Colà di Lazise, non lontano da Riva del Garda.
Il parco è contraddistinto dai suoi profumi: il clima temperato permette la crescita di piante mediterranee come i lecci, l’alloro, il corbezzolo ed altre essenze esotiche come tuie, tassodi, ginko, pittosfori, nespoli giapponesi e calicantus. Camminando nel parco si rimane stupiti dall’imponenza delle sequoie e dei cedri ci si rallegra alla vista delle palme e delle magnolie, che crescono accanto agli abeti. Stiamo parlando 13 ettari di paradiso, un giardino dell’Eden creato a metà del 1800, e racchiuso da un antico muro di mattoni. Fu costruito in stile anglo-cinese con l’intento di stimolare la fantasia, i sensi e il talento artistico. Il visitatore viene perciò accompagnato nel suo percorso da innumerevoli fonti d’acqua, da panchine di pietra, nicchie scavate nel verde, da un ruscello che sfocia in una grotta artificiale, percorrendo un sentiero che sale su ponticelli di legno e dove può ammirare l’architettura neogotica della Guglia Miniscalchi come quella neoromantica della Villetta del Mulinel.
Per non parlare del meraviglioso paesaggio che si scorge dal belvedere incorniciato da colonnine di tufo e della bellissima e calda serra che si trova a fianco della villa: tra passeggiate e bagni termali il visitatore perde il senso del tempo all’interno di questo parco dall’atmosfera incantata.

Il parco termale

Il parco di Villa dei Cedri, infatti, oltre a offrire un paesaggio rilassante e aria pulita e profumata dalle diverse piante esotiche che ci vivono, è anche un’area termale: dal sottosuolo sgorga acqua calda. Così ci si può rilassare tranquillamente non solo passeggiando, ma anche immergendosi nelle acque del centro termale, composto dalla grotta e dal laghetto.
Nel lago, in cui l’acqua termale è di 34 gradi centigradi, sono state installate due vasche riempite con acqua più calda, a 37 e 39 gradi centigradi. Ci si può rigenerare inoltre grazie all’idromassaggio, mentre per abbellire il tutto, sono state create un po’ovunque delle cascate, mentre una fontana vaporizza acqua fresca al centro del lago. La grotta artificiale è anche stata trasformata in una piscina termale: per entrare si passa sotto una cascata formata da un sottile velo d’acqua. Il ricambio è controllato in modo preciso: i 5.000 metri cubi di acqua del laghetto, vengono totalmente rigenerati in meno di 48 ore.

Immagine: enea11 – FotoliaSimilar Posts:

I commenti non sono permessi.