Lago di Garda, i percorsi in bici

Percorsi da fare in Mountain Bike o con bici da corsa intorno al lago di GardaPer gli amanti dello sport e della natura, non c‘è niente di meglio che trascorrere una vacanza sulle due ruote. Sul lago di Garda si possono trovare tantissimi percorsi da fare in bicicletta, che offrono agli occhi dei turisti splendidi paesaggi.

Sentieri per Mountain Bike

Per i più allenati, ci sono i percorsi del Garda Trentino, sul lato est del lago, che si trova a ridosso delle Dolomiti: si tratta di percorsi in montagna con dislivelli che superano i 2000 metri e da fare rigorosamente con la Mountain Bike. I percorsi in Mountain Bike, anche se più faticosi, sono sicuramente i migliori, perché si addentrano nei boschi e permettono, giunti ad altezze considerevoli, di godere di paesaggi mozzafiato. Non bisogna farsi spaventare dalla difficoltà delle vie: esistono sentieri per principianti come per esperti. Ne esistono almeno dodici: si va da quelli più facili, di 27 chilometri e dal dislivello di poco più di 400 metri, a quelli più difficili di quasi 40 chilometri, e dal dislivello di 1500 metri. Possiamo elencare i facili percorsi delle Marocche e il giro della Busa, che si snodano sulla punta nord-est del Garda. Nel primo, si percorre la valle Sarca, si visitano i paesi di Arco, Prabi, la chiesetta di Sant’Apollinare e l’eremo di San Paol, il ponte romano di Ceniga e si percorrono strade asfaltate e sterrate.
Ci sono poi i percorsi più difficili come il Ponale Rifugio Pernici, che parte da Riva del Garda e permette di ammirare paesaggi ineguagliabili a picco sul lago, lambisce anche il piccolo lago montano di Ledro, dà la possibilità di fermarsi al Museo delle Palafitte dell’omonima località e passa attraverso i boschi con un incantevole sfondo lacustre.
C’è poi il difficilissimo Val del Diaol, un sentiero diventato leggendario per gli appassionati tanto è spaventoso: si parte da Malga Casina e si percorrono in discesa quattro chilometri e mezzo con protezioni, guanti e casco integrale, su un terreno alle volte battuto e veloce, altre volte fatto di sassi, placche e pietre, che mettono a dura prova l’equilibrio.

Percorsi asfaltati sulle due ruote

In ogni caso, per chi ama un briciolo in più di comodità, esistono anche dei percorsi per le bici da strada e numerose piste ciclabili.
Una strada di media difficoltà adatta ad essere affrontata con la bici da corsa, dato che è asfaltata, è quella del percorso della Valle di Cavedine: si svolge tutto su pista ciclabile o su strada aperta al traffico e porta dal paese di Cavedine al castello di Drena. Oppure c’è il percorso che va al laghetto di Tenno: partendo da Riva del Garda, si percorre una strada asfaltata attraversando Pranzo, raggiungendo poi il lago alpino e passando attraverso il paese di Varone al ritorno. O ancora si può pedalare sul giro del Monte Velo, un po’ più impegnativo, che parte da Arco per portarvi sul monte, attraverso boschi e campi coltivati, attraversando le località di Santa Barbara e Ronzo Chienis.
Non c’è che l’imbarazzo della scelta con oltre mille chilometri di sentieri ciclabili, per una giornata di sport e svago a contatto con la natura, adatta sia agli sportivi che alle famiglie.

Immagine: Alina Isakovich – FotoliaSimilar Posts:

I commenti non sono permessi.