Il Lago di Garda e paesaggio: Punta San Vigilio e la Baia delle Sirene

Punta San Vigilio e la Baia delle SireneLa zona meridionale del Lago di Garda, a cavallo tra le province di Brescia e Verona, è una delle più frequentate dal turismo sia italiano che straniero. Qui infatti le dolci colline moreniche si affacciano sul lago creando paesaggi di grande fascino, e non mancano le spiagge naturali dove prendere il sole, nuotare o concedersi passeggiate in pieno relax.

Punta San Vigilio, un must

All’estremità nordoccidentale del Lago di Garda si trova Punta San Vigilio, una località che sin dai tempi antichi ha suscitato un forte richiamo e che attualmente è di proprietà di una famiglia nobiliare, i Conti Guarienti di Brenzone. Sulla piccola penisola sorgono alcuni edifici storici, ovvero una villa nobiliare di epoca rinascimentale, una piccola chiesa dedicata a San Vigilio e un porticciolo caratteristico. La villa che si trova sul promontorio venne costruita nel sedicesimo secolo per volere di Agostino Brenzone, ed è contornata da giardini all’italiana che secondo la tradizione furono progettati da Michele Sammicheli. Punta San Vigilio fu un luogo visitato da illustri personalità del passato, come ad esempio la duchessa di Parma Maria Luigia, la famiglia Borbone di Napoli, lo statista inglese Winston Churchill, senza dimenticare i grandi attori Vivien Leigh e Lawrence Olivier e, in tempi più recenti, persino il principe Carlo d’Inghilterra. Il principale motivo di richiamo di Punta San Vigilio, oltre alla bellezza del panorama, è la sua tranquillità. Qui infatti è possibile passeggiare lungo le stradine che si snodano all’ombra di cipressi secolari, arrivando sino alla famosa Baia delle Sirene che rappresenta il fiore all’occhiello di questa località del Garda. Già in epoca antichissima Punta San Vigilio era considerata un luogo sacro, e lo testimonia una lapide risalente all’epoca romana che attestava l’esistenza di un piccolo tempio dedicato a Benaco, una divinità pagana. Attualmente la preziosa lapide è custodita a Verona, presso il Museo Lapidario Maffeiano.

Le bellezze della Baia delle Sirene

La Baia delle Sirene è considerata in assoluto uno dei luoghi più suggestivi del Lago di Garda. Negli ultimi cinque secoli qui il paesaggio è rimasto immutato, a partire dalla piccola ma molto apprezzata spiaggetta che assomiglia a una piscina, più che a un lido lacustre. Qui le acque sono pulite e tranquille, e vi è la possibilità di dedicarsi a salutari nuotate oppure, di passeggiare lungo le rive all’ombra degli ulivi secolari. Data la sua esposizione a ovest, la Baia delle Sirene è uno dei luoghi ideali per ammirare, nelle giornate limpide, il sole che tramonta sul Lago di Garda. A disposizione dei visitatori, annessa alla villa nobiliare che domina la Baia delle Sirene, vi è una locanda presso la quale è possibile gustare i migliori piatti della tradizione culinaria locale. È il luogo stesso ad ispirare tranquillità, e di questo se ne rendevano subito conto i viaggiatori che qui giungevano nel XVI secolo. Su una lapide in marmo, collocata accanto all’attracco del porticciolo, si poteva infatti leggere un’iscrizione che invitava il viandante a lasciare i propri “affari e affanni” in città, liberando la mente dalle preoccupazioni della vita di tutti i giorni.

Foto: by Stefan Pfenninger – FotoliaSimilar Posts:

I commenti non sono permessi.