Tutte le emozioni in un parco: Gardaland

Gardaland: emozioni per grandi e picciniL’Italia è un paese ricco di ogni sorta di attrattiva capace di soddisfare i gusti più svariati. Per gli amanti dell’arte e della cultura ci sono città ricche di monumenti e di storia come Firenze, Roma e Napoli, per gli amanti del mare ci sono località costiere di rara bellezza come Rimini e la Costiera Amalfitana. Per chi, invece, ama il divertimento, ci sono molti parchi giochi, ossia dei veri e propri luoghi magici adatti allo svago non solo dei più piccoli ma anche degli adulti; il più famoso tra questi è Gardaland.

Le origini del parco e il suo sviluppo

Gardaland è molto ampio ed è ubicato a nord del territorio italiano, a pochi passi dal Lago di Garda. Al giorno d’oggi rappresenta un vero e proprio fiore all’occhiello per il turismo: ogni giorno, infatti, migliaia di persone provenienti da ogni parte di Italia, d’Europa e del mondo vengono quì per passare del tempo all’insegna dello svago e della spensieratezza. Il parco deve la sua nascita a Livio Forini: imprenditore di grandi doti che, alla fine degli anni settanta, ispirandosi a Disneyland, volle creare una struttura simile in Italia alla luce delle grosse potenzialità. Infatti, col passare degli anni, a causa del sorprendente successo di diversi Parchi di divertimento in tutto il mondo, e per non essere da meno alle altre strutture esistenti di grande spessore, Gardaland si è ampliata a livelli esponenziali. Man mano sono state introdotte attrazioni, giochi sempre più moderni e diversificati capaci di catturare l’attenzione di bambini e di adolescenti che rappresentano una fascia di utenza sempre più esigente. Un’importante innovazione è stata la trasformazione della struttura in parco a tema. Molte delle attrazioni meccaniche, infatti, sono state portate via, introducendo una divisione del parco in aree specifiche a tema, ossia dei luoghi dove poter ricreare determinate atmosfere legate ad epoche storiche e fiabe.

Gardaland ed i suoi spazi a tema

Gli spazi a tema in cui è diviso il parco sono: fantasy Kingdom, Il villaggio inglese dei tudor, Il villaggio rio bravo, l’area medioevale e le aree dedicate all’Egitto. Nel percorrere ognuno di questi luoghi, non si può far a meno di sentire la magia che viene sprigionata da ogni singola attrazione. Fantasy Kingdom è interamente dedicata al divertimento dei più piccoli. Qui troviamo splendide attrazioni ideate per il loro divertimento come ad esempio il Baby corsaro, il “volaplano”, Baby Cavalli etc. Il Villaggio inglese dei Tudor è la copia di un villaggio anglosassone del diciottesimo secolo dove è ancorata un’imbarcazione di Pirati spagnoli che costituisce l’entrata dell’attrazione dedicata ai Corsari. Il Villaggio Rio Bravo ricrea alla perfezione lo scenario del vecchio west, mentre l’area egiziana non è altro che il duplicato di un mercato egizio: tra le attrazioni presenti abbiamo Ramses e diversi spettacoli riprodotti a quattro dimensioni. Infine, ma non meno importante, abbiamo l’area medioevale con delle riuscitissime imitazioni di due castelli dell’epoca. Altro fattore da non trascurare è la presenza in ogni area tematica di ristoranti ovviamente a tema, dove i turisti possono, tra un attrazione e l’altra, fermarsi per poter gustare del buon cibo.

Foto: Claudia Paulussen – FotoliaSimilar Posts:

I commenti non sono permessi.